Umbrail Mitte e la salita sulla Gima Garibaldi
Un’ulteriore trincea o camminamento (30.8.2003)
 
Ruderi (30.8.2003)
 
 
Ulteriori ruderi (30.8.2003)
 
La tomba di un soldato svizzero (30.8.2003).

Traduzione:
17 febbraio 1916
Dottore medico Arnold Versell
Squadrone da montagna B8
I compagni d’arma del battaglione 92
 
Rottami della Grande Guerra (30.8.2003).
 
Ruderi (30.8.2003)
 
Ruderi (30.8.2003)
 
Panorama impressionante sul sentiero zigzagante, che porta alla Cima Garibaldi (30.8.2003).
 
Il punto di partenza e d’arrivo di questo itinerario: l’edificio della dogana svizzera al Giogo di Santa Maria. Sul pendio sullo sfondo si riconoscono i trinceramenti svizzeri, che avevano il compito di proteggere il fianco del Piz Umbrail (3'033 m.s.l.m.).
 
A sinistra si riconosce la 4° Cantoniera dello Stelvio, nella quale oggi si trova la dogana Italiana. Durante la guerra, in questo punto si trovavano i trinceramenti italiani della prima linea. Sono ancora visibili al centro della immagine, al di là della strada. A destra si trova la dogana svizzera del Giogo di Santa Maria. Al disopra della dogana, sono visibili i trinceramenti svizzeri. Sullo sfondo si riconosce il Piz Umbrail (3'033 m.s.l.m.).
 
E la stessa panoramica durante la guerra. Ben visibile è la 4° cantoniera dello Stelvio ed i reticolati italiani.
I trinceramenti svizzeri ed il reticolato sul confine di stato (a destra) sono pure visibili.
I paletti in primo piano marcano la frontiera tra la Svizzera ed il Regno d’Italia.
Origine: libro Der militärhistorische Wanderweg Stelvio
p.44
Gentilmente messo a disposizione da David Accola
 
torna a Itinerati